Air Race E, competizione incubatrice di nuove tecnologie

Air Race E, competizione incubatrice di nuove tecnologie

Come per l’automobile così per l’aviazione le gare sono il palcoscenico dove si sviluppano le innovazioni tecnologiche e i miglioramenti che poi saranno applicati ai veicoli e velivoli di uso comune.

Air Race E, tecnologia e velocità

In questo contesto la Air Race E si posiziona come lo spazio dove accelerare i progressi ingegneristici del mondo del volo.

Evoluzione della Red Bull Air Race World Championship che ha dominato le scene per 14 anni, sempre sotto l’egida organizzativa di Jeff Zaltam, si propone di stimolare la ricerca nel settore della motorizzazione elettrica per l’aviazione così come la Formula E automobilistica si pone lo stesso obiettivo nel settore auto.

Si comincia da piccoli monoposto con motori elettrici che verranno costruiti con la collaborazione di tutte le Major di settore, dai grandi costruttori come Airbus fino a quelli che realizzano i simulatori di volo come Ansys.

Dalle officine dell’Università di Nottingham dovranno uscire velivoli capaci di “indossare” batterie plug and play, con velocità prossime ai 500 km/h che dovranno sfidarsi su circuiti ovali sicuramente impegnativi.

Ci sarà una divisione in classi: Performance, che sarà dotata di propulsori elettrici standard a cui le squadre potranno apportare tutte le modifiche ritenute opportune.

Open, con nessun vincolo sulla tipologia dei propulsori elettrici, limitati però a 150 kW di potenza; VTOL, mirata allo sviluppo di sistemi di propulsione che possano “ibridare” le automobili o comunque facilitare decollo e atterraggio fuori dalle normali strutture aeroportuali.

I team già iscritti provengono da tutto il mondo e attendiamo anche l’arrivo del primo team italiano, per rinverdire i fasti dei successi ingegneristici del passato aeronautico del Bel Paese.

Articoli simili

La storia del Capronissimo

La storia del Capronissimo

Il sogno di Gianni Caproni, ingegnere trentino rimasto incantato dai primi voli dei fratelli Wright, era quello della transvolata atlantica. Un idrovolante storico Dalla sua ossessione prese forma uno dei più grandi idrovolanti mai costruiti, il “Transaero Ca. 60”, triplano ripreso dalla produzione bellica della Società Caproni, con 30 metri di apertura alare, alto 9 e capace di trasportare fino a cento passeggeri all’interno di una fusoliera di 23 metri di lunghezza.  Soprannominato “il Capronissimo”, era dotato di 8 motori, i più potenti mai costruiti fino ad allora (si era nel 1921), con cilindri a “V” denominati Liberty L12. La particolarità stava nella loro disposizione: quattro con elica trattiva e quattro con elica spingente. Seppure la prima trasvolata atlantica fosse...
Vedremo jet ipersonici nei campi di volo del futuro?

Vedremo jet ipersonici nei campi di volo del futuro?

Con ancora negli occhi la tragedia del Concord ci accingiamo ad assistere alla prossima rivoluzione nei voli di lunga portata con l’avvento dei jet ipersonici. Tempo di rivoluzione? Il mercato attende da tempo una significativa riduzione dei tempi dei voli intercontinentali per soddisfare il desiderio di impiegare poche ore per raggiungere luoghi di lavoro o di villeggiatura. Alcune compagnie si sono affidate per lo sviluppo di aerei ipersonici ad aziende come Boom che stanno proponendo velivoli capaci di effettuare un Los Angeles/Sydney in sole 8,30 ore o un Tokyo/Seattle in 4,30 ore; Virgin Galactis e United Airlines stanno attivamente collaborando con Boom e Rolls Royce per sviluppare alcuni di questi aeromobili. Anche l’agenzia aerospaziale del Regno Unito, con il suo progetto Sabre...
Le migliori lounge del mondo

Le migliori lounge del mondo

Negli ultimi lustri compagnie e aeroporti si sono dotate di ambienti che fanno fronte alla crescente domanda in termini di comfort e intrattenimento per le decine di migliaia di passeggeri che affollano le sale di attesa. Così mentre per chi accede ai voli in economy class sono cresciute le offerte commerciali intese come negozi e aree di ristorazione all’interno degli aeroporti, oltre ad altri servizi come le zone relax, massaggi o altro, per i passeggeri delle classi superiori è iniziata la corsa alle realizzazione delle migliori lounge dove farli rilassare… Ma soprattutto spendere denaro. Dove visitare le lounge più belle Chi vola in prima classe o business oggi trova un’ampia offerta e, sulla stessa tratta, può valutare quale sia la soluzione migliore per il suo tempo libero...
Gli aeroporti europei più divertenti dove fare scalo

Gli aeroporti europei più divertenti dove fare scalo

Non tutti gli aeroporti sono freddi e poco più che sale d’attesa tra un volo e l’altro. Oltre i consueti punti ristoro e i servizi al passeggero, alcuni scali si sono distinti nel corso degli anni per il loro approccio informale ai viaggiatori. Ne abbiamo scelti tre. Aeroporto di Schiphol, Amsterdam Da anni l’aeroporto  di Schiphol ad Amsterdam è uno degli hub più importanti del mondo. Questo aeroporto continua a rinnovarsi di anno in anno per offrire sempre nuove attrazioni ai visitatori. Al suo interno infatti si possono ammirare mostre d’arte, gustare piatti prelibati in ristoranti cinque stelle o sedersi ai tavoli dell’Holland Casinò. In alternativa potrete sempre giocare su StarCasino utilizzando il Wi-Fi gratuito disponibile! Aeroporto di Heathrow,...
Air Force, la slot per chi ama l’aviazione

Air Force, la slot per chi ama l’aviazione

Siete amanti dell’aviazione e volete sentirvi parte di un gruppo di paracadutisti americano? Non dovrete far altro che andare su Starcasino app ed entrare nel pieno dell’azione con la slot machine Air Force, dedicata agli aerei e agli skydiver degli States. Slot Air Force Questo gioco è stato sviluppato da WorldMatch e si dispone su 5 rulli con 15 linee di pagamento. Uno dei punti di forza della slot sono i due minigiochi bonus che, uniti a un jackpot elevato, rendono questa slot machine divertente ed elettrizzante. Iniziare a giocare e decollare a bordo dell’F-22 è facilissimo e le scommesse partono da un minimo di 1 centesimo! Inoltre, il ritorno al giocatore è molto alto e dichiarato al 97.4%. La grafica è molto vivace, colorata e richiama il design dei vecchi...