La storia del Capronissimo

Il sogno di Gianni Caproni, ingegnere trentino rimasto incantato dai primi voli dei fratelli Wright, era quello della transvolata atlantica.

Un idrovolante storico

Dalla sua ossessione prese forma uno dei più grandi idrovolanti mai costruiti, il “Transaero Ca. 60”, triplano ripreso dalla produzione bellica della Società Caproni, con 30 metri di apertura alare, alto 9 e capace di trasportare fino a cento passeggeri all’interno di una fusoliera di 23 metri di lunghezza.

Soprannominato “il Capronissimo”, era dotato di 8 motori, i più potenti mai costruiti fino ad allora (si era nel 1921), con cilindri a “V” denominati Liberty L12. La particolarità stava nella loro disposizione: quattro con elica trattiva e quattro con elica spingente.

Seppure la prima trasvolata atlantica fosse già stata effettuata da un equipaggio statunitense su un velivolo militare, l’intenzione di Caproni era quella di aprire la tratta ai voli commerciali.

La fine di un sogno

In questo senso, Caproni fu un vero e proprio visionario, ma a essere sbagliati furono i tempi: tolte le commesse militari, l’industria aeronautica non risultava matura per i forti investimenti necessari al trasporto di passeggeri, e anche la domanda di voli commerciali non si prestava alla crescita del settore.

Il pilota Federico Semprini portò in volo per la prima volta il Transaero nel Febbraio del 1921, dimostrandone la manovrabilità e l’affidabilità. Meno fortunato fu il secondo volo, durante il quale l’aereo si schiantò in fase di decollo dal Lago Maggiore.

Nulla poteva scoraggiare Gianni Caproni, così dopo l’insuccesso del Transaero nacque il bombardiere Ca.73 che stavolta diede tante soddisfazioni all’ingegnere.

Grazie alla sua struttura metallica, prima per quel genere di aerei, si fece valere fino alla sua sostituzione con il migliorato modello trimotore Ca.101; entrambi gli aerei si distinsero nelle guerre d’Africa.

Oggi la Società Caproni rimane ancora tra le pioniere della storia dell’aeronautica: la visione di Gianni Caproni ha segnato un epoca e indicato il percorso per quelli che, dopo di lui, si sono cimentati nella corsa ai cieli.

Air Race E, competizione incubatrice di nuove tecnologie

Come per l’automobile così per l’aviazione le gare sono il palcoscenico dove si sviluppano le innovazioni tecnologiche e i miglioramenti che poi saranno applicati ai veicoli e velivoli di uso comune. Air Race E, tecnologia e velocità In questo contesto la Air Race E si posiziona come lo spazio dove accelerare i progressi ingegneristici del mondo del volo. Evoluzione della Red Bull Air Race World Championship che ha dominato le scene per 14 anni, sempre sotto l’egida organizzativa di Jeff Zaltam, si propone di stimolare la ricerca nel settore della motorizzazione elettrica per l’aviazione cos... Leggi di più

Vedremo jet ipersonici nei campi di volo del futuro?

Con ancora negli occhi la tragedia del Concord ci accingiamo ad assistere alla prossima rivoluzione nei voli di lunga portata con l’avvento dei jet ipersonici. Tempo di rivoluzione? Il mercato attende da tempo una significativa riduzione dei tempi dei voli intercontinentali per soddisfare il desiderio di impiegare poche ore per raggiungere luoghi di lavoro o di villeggiatura. Alcune compagnie si sono affidate per lo sviluppo di aerei ipersonici ad aziende come Boom che stanno proponendo velivoli capaci di effettuare un Los Angeles/Sydney in sole 8,30 ore o un Tokyo/Seattle in 4,30 ore; Virgin... Leggi di più

Le migliori lounge del mondo

Negli ultimi lustri compagnie e aeroporti si sono dotate di ambienti che fanno fronte alla crescente domanda in termini di comfort e intrattenimento per le decine di migliaia di passeggeri che affollano le sale di attesa. Così mentre per chi accede ai voli in economy class sono cresciute le offerte commerciali intese come negozi e aree di ristorazione all’interno degli aeroporti, oltre ad altri servizi come le zone relax, massaggi o altro, per i passeggeri delle classi superiori è iniziata la corsa alle realizzazione delle migliori lounge dove farli rilassare… Ma soprattutto spendere den... Leggi di più

Gli aeroporti europei più divertenti dove fare scalo

Non tutti gli aeroporti sono freddi e poco più che sale d’attesa tra un volo e l’altro. Oltre i consueti punti ristoro e i servizi al passeggero, alcuni scali si sono distinti nel corso degli anni per il loro approccio informale ai viaggiatori. Ne abbiamo scelti tre. Aeroporto di Schiphol, Amsterdam Da anni l’aeroporto  di Schiphol ad Amsterdam è uno degli hub più importanti del mondo. Questo aeroporto continua a rinnovarsi di anno in anno per offrire sempre nuove attrazioni ai visitatori. Al suo interno infatti si possono ammirare mostre d’arte, gustare piatti preliba... Leggi di più

Air Force, la slot per chi ama l’aviazione

Siete amanti dell’aviazione e volete sentirvi parte di un gruppo di paracadutisti americano? Non dovrete far altro che andare su Starcasino app ed entrare nel pieno dell’azione con la slot machine Air Force, dedicata agli aerei e agli skydiver degli States. Slot Air Force Questo gioco è stato sviluppato da WorldMatch e si dispone su 5 rulli con 15 linee di pagamento. Uno dei punti di forza della slot sono i due minigiochi bonus che, uniti a un jackpot elevato, rendono questa slot machine divertente ed elettrizzante. Iniziare a giocare e decollare a bordo dell’F-22 è faciliss... Leggi di più